Chiesa delle Sante Faustina e Liberata

La chiesa, situata a Capo di Ponte, è una costruzione del ‘600 sorta su una cappella romanica, della quale resta solo un frammento di abside con affreschi. All’interno della chiesa c’è una sola navata, con una volta a botte. Sono attribuite a Lorenzo Marbello (‘600) le due pale nelle cappelle laterali. Il paliotto dell’altare maggiore è in cuoio e reca dipinte le due Sante. L’altare è sovrastato da una pala, raffigurante l’ascensione, attribuita a Palma il Giovane. Addossato alla chiesa vi è un masso, con sei impronte di mani lasciate dalle Sante quando, secondo la tradizione, lo fermarono per evitare che franasse sul villaggio di Serio. Le impronte di mani, sebbene ritoccate, potrebbero avere origine preistorica e il masso essere un antichissimo altare. Nella cappella del sepolcro, che si trova accanto alla chiesa, vi sono alcune statue lignee policrome di fine ‘400.